In Parlamento / Politica

Casu (Pd): «No allo scostamento di bilancio, si rischia di lasciare una generazione in panchina»

22
Settembre 2022
Di Massimo Gentile

L’onorevole Andrea Casu, candidato alla Camera per il Pd nel collegio plurinominale Lazio 1, ha spiegato in modo chiaro il motivo per cui il Pd vuole evitare lo scostamento di bilancio. Ha introdotto il concetto della “generazione in panchina”, quella dei giovani sulle cui spalle potrebbe ricadere il peso di scelte sbagliate oggi: «Lo scostamento di bilancio non è mai una cosa positiva, perché significa togliere delle risorse alle generazioni future – ha spiegato nell’intervista a The Watcher Post -. In Italia si va via di casa a 30 anni, in Europa a 24. In questi 6 anni c’è tutto il senso di una generazione in panchina, che non può dare il meglio negli anni più importanti. Se dobbiamo dare soldi per la casa, conserviamoli per quei giovani, in modo da trattenerli e farli sentire protagonisti di un sistema. Partiamo da loro, invece di pensare a caricare debito sulle loro spalle».

Digitale, 1,2 mld del Pnrr per la transizione
«Noi chiediamo un fondo nazionale per il diritto alla connessione digitale, di 1,2 mld del Pnrr, per finanziare la transizione digitale e garantire la connessione veloce a tutti – ha spiegato Casu – per sostenere questa misura bisogna aumentare lo spettro delle frequenze 5g per la rete mobile, investendo nel Next generation WiFi». (Segui il nostro Speciale elezioni).