Lavoro

Smart working itinerante, sfruttare la tecnologia per viaggiare di più

26
Ottobre 2022
Di Alessandro Cozza

Chi lo ha detto che per lavorare bisogna stare per forza in città? Perché non coniugare il lavoro agile con il turismo lento e sostenibile? La sfida è stata raccolta da Axians Italia, leader nella trasformazione digitale e brand del Gruppo VINCI Energies Italia, che questa mattina sulle rive del Lago di Garda all’interno del Palazzo dei Capitani di Malcesine, ha presentato il suo progetto di “Smart working itinerante”. Un progetto il cui obiettivo è dimostrare come la tecnologia abbia concesso l’opportunità di connettere luoghi e persone accorciando le distanze e rendendo concreto un modo di lavorare ibrido, intelligente e innovativo che permetta anche di andare alla scoperta di luoghi meno conosciuti ma ricchi di grandi bellezze.

La tecnologia è uno strumento il cui fine deve essere quello di migliorare la vita delle persone. Proprio per questo l’Assessore alle politiche del Turismo del Comune di Malcesine, Sara Pallua, nel sottolineare le bellezze del Comune ricorda come «Malcesine offre, dall’acqua del Lago di Garda alle montagne del monte Baldo, bellezze naturalistiche di diverso genere che permettono a tutti noi di vivere meglio. Sono sicura che lavorare in queste condizioni aiuti a migliorare la performance e che lo smart working da questi luoghi possa essere una risorsa per tutti i piccoli comuni come il nostro».

Martedì 25 e mercoledì 26, ventuno persone provenienti dalle sedi Axians Italia di Vicenza e Udine, vivranno l’esperienza di lavorare da Malcesine. Nel corso dei due giorni si alterneranno momenti di lavoro a momenti dedicati alla scoperta delle bellezze storiche e paesaggistiche che caratterizzano la zona. Passeggiare sul Monte Baldo o visitare il castello e il borgo storico di Malcesine sono momenti pensati non solo per rendere il lavoro più piacevole, ma soprattutto per promuovere una maggiore sensibilità verso un turismo diverso, di prossimità e più sostenibile. Il ciclo di appuntamenti dello “smart working itinerante” iniziato a maggio nel Lazio, passa oggi per il Veneto, e sarà portato nei prossimi mesi in giro per tutto il Paese.

«Creare un modello di vita sostenibile, in grado di trovare un sano equilibrio tra lavoro e vita privata. Questa è la nostra idea di smart working che si pone non solo l’obiettivo di sperimentare le diverse opportunità che la digitalizzazione ci può offrire, ma anche sensibilizzare verso forme di turismo alternative e mettere in campo nuove sinergie tra pubblico e privato. I nostri servizi e le nostre soluzioni tecnologiche possono essere davvero occasioni di sviluppo per le amministrazioni locali, diventando un vero valore aggiunto per il territorio», ha detto Stefano Soattin, PA Nord Business Unit Manager Axians Italia.

La scelta del piccolo comune sulla riva Veneta del Lago, in questo caso ha un valore simbolico doppio. Malcesine, infatti, è uno dei 20 Comuni veneti che ha vinto il Bando “Borghi” del Ministero della Cultura, finalizzato a promuovere progetti per la rigenerazione e valorizzazione dei piccoli centri italiani, integrando obiettivi di tutela del patrimonio culturale con le esigenze di rivitalizzazione sociale ed economica, di rilancio occupazionale e di contrasto dello spopolamento. La presentazione del progetto, che ha permesso al Comune di beneficiare di oltre 1milione e mezzo, è stata seguita da Istituto Commercio Servizi (ICS), che assiste Comuni e imprese a ottenere contributi a fondo perduto, in particolare per progetti di sviluppo territoriale.

«Malcesine – affermano Enrico Peroni e Antonio Casella di Istituto Commercio Servizi (ICS), che assiste Comuni e imprese a ottenere contributi a fondo perduto – è riuscita ad accedere al finanziamento PNRR del “Bando Borghi” proprio perché possiede un patrimonio culturale, artistico e ambientale tale da poter generare impatti positivi sul piano economico e sociale. L’innovativo progetto di “smart working itinerante” di Axians Italia è un esempio molto significativo di come questo patrimonio renda Malcesine attrattiva e di come sia possibile destagionalizzare le presenze turistiche del borgo con progetti che mirino alla creazione di una “residenzialità temporanea”, come potrà essere quella del personale di Axians a Malcesine».

Se la digitalizzazione del nostro Paese può e deve avere un obiettivo chiaro, potrebbe essere proprio questo. Permettere davvero di completare un percorso di rivoluzione del modo di lavorare ma non solo. Un modo di vivere il nostro territorio in maniera responsabile e sostenibile aiutando un sistema che deve invertire la rotta riducendo i consumi e le spese valorizzando al tempo stesso le infinite risorse di cui l’intero stivale è ricco.

Articoli Correlati

di Ilaria Donatio | 21 Febbraio 2024

Buon compleanno, Lupo Alberto!