Cultura

David di Donatello, ecco tutte le candidature

02
Maggio 2022
Di Vanessa Gloria

La 67esima edizione dei David di Donatello che verrà celebrata domani 3 maggio e condotta da Carlo Conti affiancato da Drusilla Foer torna dopo oltre vent’anni negli iconici Studi di Cinecittà. I candidati, i registi, gli attori e il mondo della produzione italiana, attraverseranno un lungo red carpet di 150 metri per festeggiare il talento italiano.

Come di consueto i Premi sono assegnati dall’Accademia del Cinema Italiano, il corrispettivo dell’Academy statunitense. In virtù del regolamento, il voto spetterà alla giuria Cultura e società e ai professionisti del cinema che nelle scorse edizioni hanno ricevuto almeno una nomination, tutti i giurati fanno parte dell’Accademia del Cinema Italiano, di cui sono membri. Inoltre, la giuria Cultura e società si compone di esperti del mondo della cultura, del cinema, dell’arte, del giornalismo e della società che vengono proposti dal Consiglio Direttivo e dalla Presidenza dei David.

L’avvicinarsi dell’appuntamento è scandito anche dalla “disclosure” odierna delle nomination: “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino e “Freaks out” di Gabriele Mainetti sono i film che hanno ottenuto più candidature. A seguire “Qui rido io” con 14 nomination, mentre “Ariaferma” e “Diabolik” a pari merito con 11 candidature. Tra gli attori alla prima candidatura ci sono Miriam Leone che interpreta Eva Kant in Diabolik e Filippo Scotti che veste i panni del giovane Paolo Sorrentino in “È stata la mano di Dio”.

A Giovanna Ralli invece, il premio alla Carriera, con alle spalle oltre 70 film, tra cui alcuni usciti dalla penna di Alberto Moravia e diretti da Ettore Scola. Un appuntamento che coinvolge l’Italia della cultura e dell’arte, ma anche delle Istituzioni. “La consegna dei David di Donatello è un grande evento della cultura italiana. La sua storia è così lunga e intensa, ed è così radicata – grazie all’intraprendenza e alla determinazione del fondatore Gian Luigi Rondi – da costituire quasi un’enciclopedia del nostro cinema”. Così ha commentato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo intervento alla cerimonia di presentazione dei candidati ai premi David di Donatello, tenutasi oggi al Quirinale.

«La storia del cinema fa pienamente parte della storia nazionale, che il cinema è stato capace di vivere, di raccontare, esprimendone sentimenti e valori. È stato capace di rafforzare il senso civico, di sollevare grandi questioni sociali. E di dare emozioni. Parole e immagini che sono oggi parte di noi, e senza le quali saremmo meno consapevoli come Paese», aggiunge.

«Complimenti, i più grandi, a Giovanna Ralli e a Sabrina Ferilli», ha continuato Mattarella. «Giovanna Ralli, particolarmente per la mia generazione è una leggenda, con la sua eleganza e la sua maestria. La ringrazio per le sue parole. Sabrina Ferilli, immagine simpatica, trascinante, irresistibile nella sua bravura. Due attrici romane, che ora sono ufficialmente nella storia del David di Donatello. Due premi meritatissimi».

CANDIDATURE

MIGLIOR FILM

Ariaferma – Leonardo Di Costanzo

È stata la mano di Dio – Paolo Sorrentino
Ennio – Giuseppe Tornatore
Freaks out – Gabriele Mainetti
Qui rido io – Mario Martone

MIGLIOR REGIA

Paolo Sorrentino (È stata la mano di Dio)
Leonardo Di Costanzo (Ariaferma)
Gabriele Mainetti (Freaks Out)
Giuseppe Tornatore (Ennio)
Mario Martone (Qui rido io)

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Gianluca Jodice (Il Cattivo Poeta)
Maura Delpero (Maternal)
Francesco Costabile (Una Femmina)
Alessio Rigo De Righi-Matteo Zoppis (Re Granchio)
Laura Samani (Piccolo Corpo)

MIGLIOR PRODUTTORE

A Chiara – Jon Coplon, Paolo Carpignano, Ryan Zacarias, Jonas Carpignano (StayBlack Productions); Rai Cinema
Ariaferma – Carlo Cresto-Dina (Tempesta); Michela PINI (AMKA); Rai Cinema
È stata la mano di Dio – Paolo Sorrentino, Lorenzo Mieli
Freaks Out – Andrea Occhipinti, Stefano Massenzi, Mattia Guerra (Lucky Red); Gabriele Mainetti (Goon Films); Rai Cinema
Qui rido io – Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori (Indigo Film); Rai Cinema

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Elio Germano (America Latina)
Silvio Orlando (Ariaferma)
Filippo Scotti (È stata la mano di Dio)
Franz Rogowski (Freaks Out)
Toni Servillo (Qui Rido io)

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Swami Rotolo (A Chiara)
Miriam Leone (Diabolik)
Aurora Giovinazzo (Freaks Out)
Rosa Palasciano (Rosa)
Maria Nazionale (Qui Rido Io)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Fabrizio Ferracane (Ariaferma)
Valerio Mastandrea (Diabolik)
Toni Servillo (È stata la mano di Dio)
Pietro Castellitto (Freaks Out)
Eduardo Scarpetta (Qui rido io)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Luisa Ranieri (È stata la mano di Dio)
Teresa Saponangelo (È stata la mano di Dio)
Susy Del Giudice (I Fratello De Filippo)
Vanessa Scalera (L’Arminuta)
Cristiana Dell’Anna (Qui Rido io)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

Mario Martone – Ippolita Di Majo (Qui Rido io)
Nicola Guaglianone – Gabriele Mainetti (Freaks Out)
Paolo Sorrentino (È stata la mano di Dio)
Jonas Carpignano (A Chiara)
Leonardo Di Costanzo – Bruno oliviero – Valia Santella (Ariaferma)

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Manetti Bros. – Michelangelo La Neve (Diabolik)
Monica Zappelli – Donatella Di Pietrantonio (L’Arminuta)
Massimo Gaudioso – Luca Infascelli – Stefano Mordini (La Scuola attolica)
Filippo Gravino – Guido Iuculano – Claudio Cupellini (La terra dei figli)
Nanni Moretti – Federica Pontremoli – Valia Santella (Tre Piani)
Lirio Abate – Serena Brugnolo – Adriano Chiarelli – Francesco Costabile (Una femmina)

MIGLIOR SCENOGRAFIA

Ariaferma – Luca Servino
Diabolik – Noemi Marchica
È stata la mano di Dio – Carmine Guarino
Freaks Out – Massimiliano Sturiale
Qui rido io – Giancarlo Muselli, Carlo Rescigno, Laura Casalini, Francesco Fonda

MIGLIOR COLONNA SONORA

A Chiara – Dan Romer e Benh Zeitlin
America Latina – Verdena
Ariaferma – Pasquale Scialò
Diabolik – Pivio & Aldo De Scalzi
Freaks Out – Michele Braga e Gabriele Mainetti
I Fratelli De Filippo – Nicola Piovani

MIGLIOR CANZONE

Diabolik – La profondità degli abissi (Manuel Agnelli)
I fratelli De Filippo – Faccio ‘a polka (Nicola Piovani, Dodo Gagliardi)
L’Arminuta – Just You (Giuliano Taviani, Carmelo Travia)
Marilyn ha gli occhi neri – Nei tuoi occhi (Francesca Michielin)
Piccolo corpo – Piccolo corpo (Laura Samani)

MIGLIOR FOTOGRAFIA

America Latina – Paolo Carnera
Ariaferma – Luca Bigazzi
È stata la mano di Dio – Daria D’Antonio
Freaks Out – Michele D’Attanasio
Qui rido io – Renato Berta

MIGLIOR TRUCCO

Diabolik – Francesca Lodoli
È stata la mano di Dio – Vincenzo Mastrantonio
I fratelli De Filippo – Maurizio Nardi
Freaks Out – Diego Prestopino, Emanuele De Luca, Davide De Luca
Qui rido io – Alessandro D’Anna

MIGLIORI COSTUMI

Diabolik – Ginevra De Carolis
È stata la mano di Dio – Mariano Tufano
I fratelli De Filippo – Maurizio Millenotti
Freaks Out – Mary Montalto
Qui rido io – Ursula Patzak

MIGLIORI ACCONCIATURE

A Chiara – Giuseppina Rotolo
Diabolik – Luca Pompozzi
I fratelli De Filippo – Francesco Pegoretti
Freaks Out – Marco Perna
7 donne e un mistero – Alberta Giuliani

MIGLIOR MONTAGGIO

A Chiara – Affonso Gonçalves
Ariaferma – Carlotta Cristiani
È stata la mano di Dio – Cristiano Travaglioli
Ennio – Massimo Quaglia, Annalisa Schillaci
Qui rido io – Jacopo Quadri

MIGLIOR SUONO

Ariaferma
È stata la mano di Dio
Ennio
Freaks Out
Qui rido io

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

A Classic Horror Story
Diabolik
È stata la mano di Dio
Freaks Out
La terra dei figli

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Atlantide – Yuri Ancarani
Ennio – Giuseppe Tornatore
Futura – Pietro Marcello, Francesco Munzi, Alba Rohrwacher
Marx può aspettare – Marco Bellocchio
Onde radicali – Gianfranco Pannone

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO (già assegnato)

Diorama – Camilla Carè
L’ultimo spegne la luce -Tommaso Santambrogio
Maestrale – Nico Bonomolo
Notte romana – Valerio Ferrara
Pilgrims – Farnoosh Samadi – Ali Asgari

FILM INTERNAZIONALI

Belfast- Kenneth Branagh
Don’t look up – Adam Mckay
Drive my car – Doraibu mai kâ – Ryusuke Hamaguchi
Dune – Denis Villeneuve
Il potere del cane – The power of the dog – Jane Campion

DAVID GIOVANI

Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto – Riccardo Milani
Diabolik – Manetti Bros.
È stata la mano di Dio – Paolo Sorrentino
Ennio – Giuseppe Tornatore
Freaks Out – Gabriele Mainetti

Articoli Correlati

di Beatrice Telesio | 28 Maggio 2022

La guerra parallela, quella del pane

mattarella tebboune
di Paolo Bozzacchi | 27 Maggio 2022

Mattarella-Tebboune: sintonia Italia- Algeria