Ambiente

Manifatture Sigaro Toscano festeggia due secoli di storia

28
Marzo 2018
Di Redazione

Due secoli di storia della manifattura italiana. Manifatture Sigaro Toscano celebra i 200 anni della messa in commercio dei sigari a marchio Toscano con una nuova edizione limitata: il sigaro Toscano Sementa. Questo nuovo sigaro nasce da una miscela di semi “storici” salvati durante un’endemia di peronospora che nel 1960 aveva attaccato alcune partite di tabacco di origine americana. I semi utilizzati, tutti di varietà Kentucky, sono: Moro di Cori, Gigante e Italia, coltivati in Toscana e nella zona di Pontecorvo. “Siamo orgogliosi di celebrare il bicentenario dei sigari a marchio Toscano – dichiara Stefano Mariotti, Direttore Generale di MST – e non c’è modo migliore se non partendo dalla materia prima, quella da cui tutto ha avuto origine: il tabacco Kentucky. Attraverso questo nuovo prodotto vengono esaltate caratteristiche e proprietà organolettiche ma soprattutto, grazie a esso, abbiamo coltivato nuovamente semi antichi e di pregio assoluto. ”Prodotti dalla manifatture di Lucca, i sigari Toscano Sementa sono il frutto di una collaborazione unica tra gli agricoltori e gli agronomi del dipartimento Leaf di MST. Infatti la produzione di questa varietà di semi, limitata e al contempo delicata, dipende dal fatto che la piantagione richiede un’attenzione e una cura più complessa da parte del coltivatore in tutte le fasi produttive. Il sigaro "Sementa" è perfetto per abbinamenti con le birre Italian Grape Ale e il Vermouth. 

 

 

Articoli Correlati

di Gianfranco Ferroni | 19 Agosto 2022

Cinema e politica, la necessità di una quarta via

Donbass
di Jacopo Bernardini | 18 Agosto 2022

Donbass, l’area strategica della guerra di Putin