Walking in the Bubble

Meloni per la Polizia Penitenziaria, protocollo Gualtieri-Tagliavanti, Intesa Sanpaolo e l’acqua, Citterio

22
Marzo 2023
Di Gianfranco Ferroni

Oggi, sulla terrazza del Pincio, a Roma, celebrazioni per l’anniversario numero 206 della fondazione del corpo della Polizia Penitenziaria, alla presenza del presidente del Senato della Repubblica Ignazio La Russa e della presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni. Per ventiquattro ore, la compagnia d’onore della Polizia Penitenziaria assumerà il servizio di guardia del presidente della Repubblica al Quirinale. Interverranno il ministro della Giustizia Carlo Nordio, e il capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Giovanni Russo. La cerimonia sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai 3. Per l’occasione il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria ha realizzato un breve video introduttivo alla cerimonia con la voce fuori campo di Pino Insegno.

Dopo la firma nel giugno scorso del protocollo tra Roma Capitale e Camera di Commercio di Roma, si rafforza e si estende anche nel territorio metropolitano la collaborazione in vista di un impegno comune per lo sviluppo del territorio di Roma e provincia. Sono sette le grandi aree d’intervento definite dall’accordo: infrastrutture e sviluppo economico; attrazione di investimenti e marketing territoriale; semplificazione amministrativa; attuazione e promozione di eventi di rilievo nazionale e internazionale, a partire dal Giubileo e da Expo 2030; cultura, turismo ed eventi sportivi; scuola e lavoro; inclusione e lavoro. Al gruppo di lavoro già costituito grazie all’accordo di giugno, si affiancheranno quindi rappresentanti istituzionali, esperti e tecnici della Città metropolitana di Roma Capitale. «Le risorse del Pnrr, gli eventi del Giubileo 2025 e la candidatura all’Expo 2030», commenta il sindaco della Città metropolitana di Roma Capitale Roberto Gualtieri, «costituiscono un’occasione di rilancio e sviluppo straordinaria per la crescita economica, culturale e civile di Roma e del territorio metropolitano. Nel Piano strategico metropolitano si includono queste opportunità per la messa in campo di progetti di ampio respiro a favore del rilancio dei territori, del superamento delle diseguaglianze, per il miglioramento dei servizi pubblici e della qualità della vita, mettendo al centro sostenibilità e innovazione, con un’attenzione particolare ai giovani, alle opportunità lavorative e all’occupazione di qualità. In quest’ottica, sono fondamentali dialogo e collaborazione con i cittadini, le realtà associative delle forze produttive, le istanze civili, il terzo settore. Ringrazio il Presidente Tagliavanti e la Camera di Commercio di Roma per aver condiviso e sostenuto l’apertura della collaborazione a tutto il territorio provinciale, da cui certamente scaturiranno iniziative di altissimo valore, nell’intenzione comune di disegnare il futuro dell’intera area metropolitana, dimensione ottimale per essere davvero competitivi a livello europeo e internazionale e parte essenziale dello sviluppo del Paese. Vogliamo insieme cogliere tutte le opportunità che si presenteranno nei prossimi anni e rilanciare una visione integrata, innovativa e competitiva del nostro territorio». Da parte della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti ha affermato: «Siamo fortemente impegnati a concretizzare progetti che contribuiscano al rilancio dell’economia romana dopo i tempi molti duri della pandemia che speriamo siano definitivamente alle spalle. Creare le condizioni per un contesto ottimale all’impresa è una delle priorità della Camera di Commercio e per farlo bisogna agire in una logica di leale collaborazione istituzionale: la firma di questo protocollo ne è una ulteriore testimonianza. Il nostro obiettivo è sostenere concretamente le imprese, affinché possano affrontare al meglio questa fase complessa ma ricca di opportunità: il PNRR, il Giubileo 2025 e, speriamo, l’Expo 2030. Roma vanta il più grande numero di imprese in Italia, oltre 450mila e un tasso di crescita che è, puntualmente, migliore di quello nazionale. Le imprese vanno, dunque, affiancate costantemente e aiutate a cogliere queste grandi opportunità di crescita».

Oggi a Roma nell’Hotel delle Nazioni in via Poli incontro “Russia-Ucraina un tavolo per la pace”, coordinato e moderato da Paolo Liguori, con Luciano Barra Caracciolo magistrato del Consiglio di Stato, Maurizio Gasparri vicepresidente del Senato della Repubblica, Stefano Patuanelli per M5s, Graziano Del Rio per il Pd, Stefano Caprio del Pontificio Istituto Orientale, Massimiliano Romeo per la Lega, Fabio Rampelli vicepresidente della Camera dei Deputati, Gianni Alemanno per il comitato “Fermare la guerra”.

Luca Matrone, global head of energy Intesa Sanpaolo, è intervenuto alla presentazione del Libro Bianco 2023 “Valore Acqua per l’Italia”, sottolineando come «negli ultimi dieci anni si è registrata una costante crescita degli investimenti nel settore del servizio idrico integrato, passati da 32 a 56 euro per abitante, ma ancora ben al di sotto della media europea di 78 euro per abitante. Le ragioni di questo basso livello di investimenti sono ascrivibili principalmente a quattro fattori: la scadenza delle concessioni, che talvolta limita il dispiegamento di investimenti e finanziamenti a lungo termine; il complesso e incerto scenario normativo del rinnovo delle concessioni; le governance dei player del settore idrico, talvolta espressione di diversi e frammentati soggetti pubblici; e infine l’opinione pubblica, spesso contraria a una gestione privatistica del settore idrico». E «Intesa Sanpaolo mira a presidiare la filiera italiana dell’acqua offrendo un contributo attivo e assumendo il ruolo di principale partner finanziario per gli operatori del settore, coerentemente con i propri obiettivi strategici, che prevedono lo sviluppo di una finanza sostenibile in linea con le migliori politiche Esg, i Sustainable Development Goal dell’Onu, la tassonomia richiesta a livello europeo e il trend della circular economy, di cui il settore idrico rimane uno dei principali settori di applicazione. Solo nel 2022 Intesa Sanpaolo ha erogato 32 miliardi di euro alla clientela per la transizione energetica, a beneficio di progetti di green economy, economia circolare e transizione energetica». Senza dimenticare che «in Italia è necessario lo sviluppo di una filiera sostenibile e circolare dell’acqua con investimenti indirizzati a due macro-obiettivi: l’ammodernamento dell’infrastruttura del sistema idrico integrato e, in parallelo, lo sviluppo degli invasi, fondamentali anche per la produzione di energia idroelettrica, che nel 2022 è calata del 37,7% a causa della siccità, dato ancora più allarmante se si considera che nel nostro Paese l’infrastruttura idroelettrica rappresenta il 19% della capacità energetica nazionale installata, ben il 38% se si considerano solo le fonti rinnovabili».

Oggi nell’Auditorium della Biblioteca Nazionale Centrale, incontro “Aquae! World Water Day 2023”, promosso dall’Università di Roma “Foro Italico” e dalla Siti, Società Italiana di Igiene in partnership con Acea. Centro della discussione, i nuovi approcci per un uso razionale della risorsa idrica nell’attuale contesto di siccità e di eventi estremi legati ai cambiamenti climatici. Con Richard Connor editor in chief Unesco World Water Assessment Programme, Maurizio Martina vicedirettore generale della Fao, oltre al ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare Nello Musumeci, al ministro per lo Sport e i giovani Andrea Abodi, al sottosegretario del ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica Claudio Barbaro, al presidente della commissione VII alla Camera dei Deputati Federico Mollicone.

È stato presentato a Palazzo Valentini il “Roma Expo Guitars”, l’evento patrocinato dalla Città metropolitana di Roma che richiama ogni anno tra i più importanti maestri liutai per chitarre classiche portando alla ribalta nazionale il pregio e la qualità dell’artigianato italiano. L’edizione di quest’anno si terrà dal 24 al 26 marzo nella sede della “Roma Eventi Fontana di Trevi”, in piazza della Pilotta a Roma. «Abbiamo accolto con favore la promozione di questo evento che coinvolge 30 fra i più rinomati liutai italiani e con aziende leader di settore musicale. Ogni liutaio realizzerà una chitarra che per caratteristiche costruttive ed estetiche risulti come pezzo unico, forgiato come edizione limitata. Non solo arte ma un connubio importante di cultura e spettacolo che concentrerà le migliori esperienze italiane ed estere alla composizione e studi sonori e che produrranno testi musicali per realizzare un’opera unitaria. Ringrazio anche la rappresentante dell’Istituto del Commercio Estero, che rafforza lo scopo del progetto e della manifestazione allargando gli orizzonti ad esperienze e culture straniere che aiuteranno il percorso di crescita di questa importante iniziativa», ha detto Pierluigi Sanna, vicesindaco della Città metropolitana di Roma.

Il nuovo Bacon di Citterio, storica azienda di salumi dal 1878, si aggiudica il premio “Eletto Prodotto dell’Anno 2023” nella categoria pancetta. Il nuovo prodotto dell’azienda con sede a Rho (Mi), lanciato nel 2022 è 100% italiano, affumicato naturalmente con legno di faggio e inserito nella pratica vaschetta da 80 grammi con 8 fette in due scomparti apribili separatamente in modo da avere la massima freschezza senza sprechi. Il prodotto ha ottenuto questo importante riconoscimento grazie alla più importante indagine sull’innovazione condotta in Italia per numero di consumatori intervistati, più di 12mila. È un’indagine on-line svolta da Circana (già Iri) su un campione statisticamente rappresentativo di individui, utenti Internet, con più di 15 anni (maggiorenni per le categorie di alcolici) nel rispetto dei parametri demografici della popolazione italiana (sesso, età, area geografica e ampiezza centro). “Eletto Prodotto dell’Anno” è conosciuto dall’89% dei consumatori e l’87% si fida del Logo, infatti è emerso dalla ricerca come 7 consumatori su 10 siano più propensi ad acquistare un prodotto se questo presenta il logo rosso e bianco. Per ogni categoria, viene eletto il prodotto/linea o il servizio che tra i partecipanti ha ottenuto la media più alta tra i parametri innovazione e soddisfazione. Proprio sul tema innovazione emerge una tendenza dei consumatori, tornata ai livelli del pre-pandemia, a sperimentare nuovi prodotti, in particolare le donne e i più giovani. E in più italianità, salutismo e tracciabilità sono sempre più driver d’acquisto per le categorie food. Il Bacon Citterio, viene sottolineato, è adatto a famiglie, soprattutto giovani, sia mono che pluricomponenti ed è ideale per un gustoso hamburger, oppure utilizzato in svariate e sfiziose ricette tipiche di una colazione salata o di un brunch domenicale, come un avocado toast o un eggsbacon muffin. «Il premio “Eletto Prodotto dell’Anno 2023” per noi è un grande orgoglio e va a coronare un percorso di successo che in questi ultimi anni abbiamo intrapreso sull’innovazione di prodotto», afferma Alessandro Riva, direttore Marketing Citterio, «il bacon è un salume sempre più consumato dalle famiglie Italiane che muove un mercato molto ampio, redditizio e in continua espansione. È infatti utilizzato non solamente per le classiche preparazioni come l’hamburger, ma sempre più frequentemente per la colazione salata o il brunch. Per questo motivo abbiamo deciso di sviluppare un’idea innovativa, premiata poi dai consumatori, che abbinasse qualità e praticità con l’utilizzo di un pack zero sprechi ed una selezione accurata della migliore materia prima, 100% italiana».

Articoli Correlati