Walking in the Bubble

Mattarella alla Corte dei Conti, ottici per Leo e Valentini, Amato per Spes, ProWein

09
Febbraio 2023
Di Gianfranco Ferroni

Giovedì, cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2023 della Corte dei Conti, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il presidente della Corte dei Conti Guido Carlino svolgerà la relazione sull’attività dell’istituto nel 2022. Interventi del procuratore generale Angelo Canale e del presidente del Consiglio nazionale forense Maria Masi.

C’erano il viceministro dell’Economia e delle finanze Maurizio Leo e il viceministro delle Imprese e del Made in Italy Valentino Valentini all’incontro presso il Mido Milano Eyewear Show su “Oftalmologia, ottica e optometria: quale futuro con le nuove tecnologie”, ideato per affrontare le prospettive e le criticità industriali dell’occhialeria e il futuro dell’oculistica a 45 anni dalla fondazione del Servizio sanitario nazionale. Secondo i dati dell’Anfao, l’Associazione nazionale fabbricanti articoli ottici, il preconsuntivo 2022 registra una produzione dell’occhialeria italiana a 5,2 miliardi di euro, in crescita del 24% rispetto all’anno precedente. Le esportazioni di montature, occhiali da sole e lenti, che assorbono circa il 90% della produzione del settore, sono cresciute del 22,5%, arrivando a 4,94 miliardi di euro e l’export degli occhiali da sole ha fatto segnare una variazione tendenziale dell’28,9% attestandosi a 3,4 miliardi di euro e tornando ai livelli pre-pandemia. “Il nostro settore è una delle realtà industriali e una delle manifatture più di successo nell’export”, ha detto Federico Buffa head of eyewear R&D, product style and licensing EssilorLuxottica, “e alla politica chiediamo attenzione e che ci affianchi nel formare e attirare giovani talenti”, sottolineando che “le grandi aziende integrate nei diversi passaggi del processo di lavorazione sono consapevoli della loro responsabilità nei confronti dell’intera filiera ed EssilorLuxottica ha avuto il grande esempio, fino a qualche mese fa, del suo presidente che ha, sempre, reinvestito in innovazione”, permettendo a tutti di ricordare la figura dell’indimenticato Leonardo Del Vecchio. A nome del Mef, Leo ha proposto la “riduzione del carico fiscale mettendo in condizione le imprese di avere più risorse. È importante, però, che lo sgravio fiscale venga orientato a produrre investimenti e nuovi posti di lavoro. Penso che, entro giugno, avremo una legge delega per la riforma della fiscalità”. Per Valentini, del Made in Italy “dobbiamo tutelare marchi e brevetti, soprattutto nelle fasi iniziali della commercializzazione: è necessario proteggere sia produttori che acquirenti dal grave problema dei marchi contraffatti che sembrano italiani”.

Consigli di amministrazione di Digitalia ‘08 e Mediamond, concessionarie pubblicitarie del gruppo Mediaset, per la nomina dei vertici aziendali. Stefano Sala è stato confermato presidente di entrambe le società. Matteo Sordo è stato nominato a.d. di Digitalia ’08, concessionaria che si occupa della raccolta pubblicitaria delle radio (quelle di RadioMediaset e quelle in concessione) e della piattaforma streaming Dazn. Nicola Lussana a.d. di Mediamond, concessionaria nata dalla joint venture tra Mediaset e gruppo Mondadori per la raccolta sui mezzi stampa, Internet e digital out of home.

Oggi presso Casa Sanremo verrà presentato “Non morirò di fame”, il nuovo film di Umberto Spinazzola interpretato da Michele Di Mauro, dall’attore polacco Jerzy Stuhr e dall’esordiente Chiara Merulla, al cinema dal 15 febbraio. Il regista e il produttore italiano Alessandro Borrelli mostreranno in anteprima alcuni estratti del film e illustreranno il percorso distributivo che inizierà a metà febbraio e che comprenderà anche degli eventi organizzati assieme a Banco Alimentare. Presente all’appuntamento anche Giovanni Bruno presidente di Banco Alimentare. Il film racconta la storia di Pier (Di Mauro), ex chef stellato che vive ai margini della società ma che ritroverà il suo amore per la cucina attraverso un viaggio nel recupero alimentare, elaborando ricette con ingredienti ri-utilizzati e salvati dallo spreco. Ad accompagnarlo in questo percorso l’anziano clochard aristocratico Granata (interpretato da Stuhr, celebre attore feticcio di Andrzej Wajda, Krysztof Zanussi e Krysztof Kieślowski), che lo aiuterà a riscoprire il suo talento. E sarà proprio grazie a questo che Pier riuscirà a recuperare il difficile rapporto con la figlia Anna (interpretato dalla giovane Chiara, per la prima volta sul grande schermo). Il film è una co-produzione italo-canadese, prodotto da La Sarraz Pictures, Rai Cinema e da Megafun Productions e distribuito sempre da La Sarraz Pictures.

La cerimonia inaugurale della Spes, Scuola di Politiche Economiche e Sociali Carlo Azeglio Ciampi, si aprirà con la lectio magistralis intitolata “Autonomia strategica e sviluppo sostenibile” di Giuliano Amato, presidente emerito della Corte Costituzionale, il 14 febbraio presso il Senato della Repubblica, nella sala Capitolare del Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva a Roma. Le conclusioni saranno affidate a Luigi Fiorentino, direttore dei programmi della Spes. La scuola è stata fondata nel 2013 e si inserisce all’interno dell’Aises, l’Accademia internazionale per lo sviluppo economico e sociale.

La5 anche quest’anno sostiene il concorso letterario #afiancodelcoraggio, dedicando la serata di lunedì 27 febbraio ai caregiver, che si occupano di malati oncologici. Un progetto che la rete condivide e avvalora con un promo ad hoc, in onda su tutte le reti tematiche Mediaset dirette da Marco Costa. L’intento di #afiancodelcoraggio è quello di creare maggiore consapevolezza e un approccio diverso a questa malattia, una prova per la paziente e per tutta la comunità di affetti che gli gravitano intorno. In particolare, l’iniziativa raccoglie storie delle persone che si dedicano con tutta la forza possibile ad aiutare compagne, figlie, madri, amiche, colpite dal tumore. La5 affronta il tema proponendo, in prima serata, il pluripremiato film “Colpa delle stelle”, con Shailene Woodley, Ansel Elgort, Laura Dern e Willem Dafoe. E, a seguire, con il corto in prima visione assoluta «Un bagaglio leggero», ovvero il vincitore della quinta edizione di #afiancodelcoraggio. Diretto da Alessandro Guida e Daniele Barbiero, prodotto da Mp Film, il corto è tratto dal racconto “Sembra di stare in nave”, scritto da un papà, Maurizio Porcu, per la sua bimba Beatrice, che a soli 9 anni è alle prese con un tumore. Per partecipare al concorso è possibile condividere la propria storia sul sito www.afiancodelcoraggio.it, entro il 15 marzo 2023. Dal 12 aprile al 12 maggio, il pubblico avrà la possibilità di premiare con un like la storia preferita. La giuria di #afiancodelcoraggio, presieduta da Gianni Letta, è composta da Saverio Cinieri, Angela Coarelli, Sergio Del Prete, Elisabetta Iannelli, Giovanni Parapini, Enrico Vanzina ed Emanuela Zocaro.

ProWein è cresciuta, e tanto, dal 1994, quando faceva il suo ingresso sul palcoscenico delle manifestazioni internazionali legate al comparto vino. Una partenza in punta di piedi, con 321 espositori da 8 nazioni. Ora la fiera di Düsseldorf può contare su oltre 6mila espositori, provenienti da più di 60 nazioni con una rappresentanza qualificata di più di 400 terroir da tutti i continenti e con un pubblico selezionato di operatori che la pone al vertice assoluto tra gli eventi del settore a livello internazionale. Più che giustificata quindi l’attesa per le tre giornate della fiera, da domenica 19 a martedì 21 marzo, quando finalmente i visitatori potranno spaziare per i 13 padiglioni di uno dei più funzionali poli fieristici al mondo. Con Düsseldorf ad accogliere migliaia di appassionati che potranno contare sulle migliori condizioni per fare business e per approfondire la propria conoscenza sulle più importanti tendenze che caratterizzano il settore vino e liquori. Senza dimenticare che ormai da tempo il brand Prowein ha assunto una straordinaria rilevanza in tutti i continenti, grazie ai suoi eventi satellite internazionali come ProWine Shanghai, ProWine Singapore, ProWine Hong Kong, ProWine Mumbai e ProWine Sao Paulo e, membro più giovane della famiglia, ProWine Tokyo. “Lavoriamo da sempre con l’obiettivo di potenziare quella che molti addetti ai lavori definiscono la più efficiente piattaforma di affari al mondo per quello che concerne wine&spirits”, ha spiegato Michael Degen, Executive Director di Prowein, nel corso della presentazione romana dell’edizione 2023, all’ultimo piano del Rome Marriott Grand Hotel Flora di via Veneto, “e la crescita continua ed esponenziale della fiera dimostra la validità del nostro operato. Fa inoltre estremamente piacere parlare di questo in Italia che rappresenta un esempio perfetto di come Prowein abbia acquisito il ruolo di fondamentale punto di riferimento per produttori, stakeholders, media e tutta la filiera che gravita nel mondo dei vini e degli spirits. Il tutto in un contesto dall’ampio respiro internazionale dove business, tendenze e novità si fonderanno in un unico mix. Con centinaia di degustazioni, incontri a tema, approfondimenti in grado di soddisfare le diverse esigenze degli ospiti della Messe. Con debutti importanti come quello di ‘World of Zero’, focus sul tema sempre più attuale dei vini analcolici; e conferme come ‘Same but Different’, dedicato alle bevande alcoliche artigianali come birra e sidro, e ancora ‘Urban Gastronomy Lounge’ con un gruppo selezionato di ristoratori che darà vita a performance che andranno in diretta streaming in tutto il mondo”.

Articoli Correlati