Politica

Germania: la Grande Coalizione si rifarà

12
Gennaio 2018
Di Redazione

Accordo raggiunto fra i conservatori della cancelliera tedesca Angela Merkel e i socialdemocratici di centrosinistra per formare una coalizione di Governo. Nel programma è inserita una clausola per la quale, se andassero al governo, rafforzerebbero la zona euro. "Vogliamo, in stretta collaborazione con la Francia, rafforzare e riformare in maniera sostenibile la zona euro affinchè la moneta possa resistere meglio alle crisi globali", dice il progetto di accordo politico. L'accordo di Governo prevede anche di limitare l'ingresso di rifugiati nel Paese a circa 200mila all'anno.

 

I negoziatori hanno anche concordato una forte limitazione al ricongiungimento famigliare dei migranti, con un massimo di mille persone al mese che possono beneficiare di questo regime. Si tratta di una misura più vicina alle posizioni conservatrici rispetto a quelle dei socialdemocratici. I leader di Cdu-Csu e Spd hanno anche deciso di attuare nuove condizioni per l'accoglienza dei rifugiati, in particolare non fornendo più sistematicamente aiuti finanziari ma optando, in alcuni casi, per aiuti materiali.

 

Abbiamo raggiunto un risultato eccezionale": lo ha detto il leader del partito socialdemocratico Martin Schulz, mettendo l'accento sui risultati raggiunti "per un contratto di governo" sullo stato sociale, con l'aumento degli aiuti alle famiglie, gli investimenti nel sistema della formazione. "Abbiamo raggiunto l'unanimità con i nostri negoziatori del Spd"

Articoli Correlati

di Barbara Caracciolo | 29 Novembre 2022

Roma vuole Expo 2030. Tajani schiera anche il governo

di Paolo Bozzacchi | 29 Novembre 2022

Cosa bolle nella pentola Nato di Bucarest