Politica

Breve ritratto di Luigi Mattiolo Consigliere Diplomatico di Draghi e nuovo sherpa G7-G20

16
Febbraio 2021
Di Redazione

di Paolo Bozzacchi

E' il primo colpo di mercato che pesa dopo la scelta dei Ministri, e prima ancora della nomina dei Sottosegretari. Mario Draghi ha scelto l'Ambasciatore Luigi Mattiolo per la doppia nomina di suo Consigliere Diplomatico e sherpa G7-G20 nell'anno della Presidenza italiana di turno del G20.  

Romano, classe 1957 (64 anni), Mattiolo è una figura di spicco nel panorama delle feluche italiane. Laureato alla Sapienza di Roma nel 1980, Mattiolo inizia la carriera diplomatica l'anno seguente. Lavora per un paio d'anni alla Farnesina presso la Direzione Generale Emigrazione e Affari Sociali, poi ottiene il suo primo incarico estero all'Ambasciata d'Italia a Mosca, tra il 1983 e il 1986. Da Mosca subito in Svizzera (a Berna), poi a Belgrado in anni caldi (tra il 1988 e il 1992). Nel 1993 torna a Roma al Ministero degli Esteri lavorando nella DG del Personale, per poi passare all'Ufficio del Consigliere Diplomatico alla Presidenza del Consiglio dei MInistri. Nel 1995 passa al Consiglio dell'Unione Europea nell'Unità per la Politica Estera e di Sicurezza comune, per poi stabilizzarsi per 4 anni a Bruxelles in qualità di Consigliere alla Rappresentanza permanente d'Italia presso l'UE. Da Bruxelles a New York il passo è logico, dove per tre anni riveste il ruolo di Primo Consigliere alla Rappresentanza permanente presso l'ONU. Torna nuovamente a Roma tra il 2004 e il 2005 alla Farnesina, alla DG per l'integrazione europea, con l'incarico di Corrispondente europeo e coordinatore delle attività inerente la politica estera e di sicurezza comune.

Tra il 2005 e il 2008 ricopre l'incarico di Ministro alla Rappresentanza permanente presso il Consiglio Atlantico a Bruxelles, poi per 4 anni Ambasciatore d'Italia in Israele. 

Dal 2012 è di nuovo alla Farnesina, stavolta come Direttore Generale per l'Unione europea.

Nella nota diffusa alla stampa dalla Presidenza del Consiglio si è sottolineato come Mattiolo abbia "svolto le funzioni di Capo Missione presso le sedi di Tel Aviv, Ankara e Berlino". 

 

Photo Credits: Berlino Magazine

 

Articoli Correlati

di Gianfranco Ferroni | 19 Agosto 2022

Cinema e politica, la necessità di una quarta via

Donbass
di Jacopo Bernardini | 18 Agosto 2022

Donbass, l’area strategica della guerra di Putin