News / USA2024

USA 2024: – 118, Biden ai democratici, non mi ritiro, sfidatemi a convention; mosse su aborto

09
Luglio 2024
Di Giampiero Gramaglia

Il presidente Joe Biden assume un atteggiamento di sfida verso quanti gli chiedono di abbandonare la corsa a USA 2024 e scrive ai democratici nel Congresso, senatori e deputati, che non intende ritirarsi, ricordando loro di avere largamente vinto le primarie e di avere i delegati per la nomination alla convention di agosto a Chicago.

“È ora che questa pantomima finisca”, scrive, riferendosi al fermento nel partito dopo il dibattito del 27 giugno con Donald Trump e altre sue varie incertezze di comportamento e nell’esprimersi degli ultimi tempi. “Spetta agli elettori scegliere il candidato, non a voi – è il senso del messaggio del presidente a senatori e deputati -… Chi vuole mi sfidi alla convention…”.

Su un altro fronte della campagna per Usa 2024, l’aborto, il comitato nazionale repubblicano s’avvia ad adottare una posizione che rispecchia quella recentemente formulata dall’ex presidente Donald Trump, contrario – ora – a un bando federale e favorevole, invece, a normative statali. Sarà la prima volta in 40 anni che i repubblicani rinunciano al progetto di un bando federale.

USA 2024: la mossa di Biden non placa dubbi e polemiche
La mossa di Biden non fa venire meno polemiche e chiacchiere sulla sua candidatura, anzi, se possibile, le alimenta. Il coro di congressman, donatori, analisti ed elettori che gli chiedono di farsi da parte è ancora in crescendo.

Vari media Usa ricordano che Biden ha detto anche ai suoi donatori che vuole restare in corsa e che la first lady Jill, grande avvocatessa di questa decisione, ha più volte assicurato che suo marito è “totalmente coinvolto” nella campagna elettorale. Per il New York Times, un esperto di Parkinson è stato otto volte alla Casa Bianca negli ultimi otto mesi e almeno una volta ha incontrato il dottor Kevin O’Connor, il medico personale del presidente, sulle cui qualifiche, negli ultimi giorni, si sono addensati dubbi e interrogativi.

Nella sua lettera ai congressman democratici, Biden sottolinea che non correrebbe se non fosse convinto di essere la persona migliore per battere Trump ed esorta il partito a ritrovare unità. Secondo Politico, il presidente ha scelto una strategia analoga a quella utilizzata nel 2020: attaccare la classe dirigente più elitaria del Partito democratico e far leva sulla sua base di afro-americani e sulla vicinanza del sindacato.

La Cnn dice che una dozzina di deputati democratici hanno finora chiesto a Biden di ritirarsi e che oltre 160 investitori hanno bloccato le loro donazioni.

Ma il presidente lancia la sfida: “Chi non mi vuole si candidi e mi affronti alla convention”. Biden sta cercando di rilanciare la sua campagna: è stato in Wisconsin, Michigan e Pennsylvania, tre Stati in bilico, e, da oggi a giovedì, partecipa a Washington al vertice della Nato, nel 75° anniversario della firma del Trattato dell’Atlantico del Nord – i candidati a USA 2024 sono entrambi più vecchi, nota con ironia la Cnn -; a vertice concluso, giovedì, farà un’attesissima conferenza stampa.

“Dark Brandon sta tornando”, ha risposto Biden a una sua sostenitrice in Pennsylvania, che gli aveva urlato “C’è bisogno del ritorno di Dark Brandon”, un meme del presidente supereroe.

USA 2024: aborto, passo indietro repubblicani, referendum e sentenze
La mossa dei repubblicani sull’aborto vuole disinnescare il tema che, in campagna elettorale, gioca contro il candidato alla presidenza, spostando il dibattito dal campo federale a quello statale. Nell’Election Day, il 5 novembre, gli elettori di diversi Stati dovranno pronunciarsi su referendum sull’aborto, a volte tra di loro contradditori, come in Nebraska, dove le organizzazioni ‘pro scelta’ e ‘pro vita’ hanno presentato loro proposte.

Nelle more di una sentenza interlocutoria della Corte Suprema, l’Amministrazione Biden ha intanto disposto, con una lettera agli organismi competenti, che i dottori degli ospedali pratichino aborti d’emergenza quando necessario per salvare la vita di una donna incinta.