Innovazione

Vega, il sistema di Amazon che sfiderà Android e iOS

15
Novembre 2023
Di Giuliana Mastri

Jeff Bezos non smette mai di guardare all’orizzonte. Amazon avverte di voler sfidare Google, Android e iOS nel campo dei sistemi operativi. Da notare che attualmente Amazon si affida ad una personalizzazione di Android, denominata FireOs, come motore di speaker connessi e accessori per rendere le televisioni smart. Sviluppare una piattaforma proprietaria darebbe ad Amazon la possibilità di consolidare maggiormente la sua posizione nel mercato della tecnologia, puntando fortemente sull’intelligenza artificiale.

Il nome del software sarà Vega, come svelato da Janko Roettgers, giornalista del sito Lowpass, che cita «diverse fonti a conoscenza dei piani». L’azienda, nel corso degli ultimi mesi, avrebbe incrementato la ricerca di professionisti nel campo dello sviluppo software, per creare un team speciale per tutto ciò che riguarda Vega. La fonte rivela che all’inizio di quest’anno, un dipendente di Amazon aveva scritto su LinkedIn che stava lavorando su un sistema operativo «di prossima generazione per la casa intelligente, l’automotive e altri prodotti Amazon Devices». Poi il messaggio era stato cancellato.

La presunta mossa permetterebbe di tagliare i legami con il progetto Android Open Source di Google, che costituisce il cuore dell’attuale sistema operativo FireOs. Questa dipendenza ha portato il software di Amazon a rimanere indietro di diverse generazioni rispetto alle versioni Android più recenti. Ad esempio, il software dell’ultima Fire Tv poggia su Android 9, risalente a cinque anni fa. Vega, basato su Linux, userebbe invece un codice creato da Meta, conosciuto come React Native, che utilizza un’unica base per la creazione di app per iOS, Android e smart Tv.

Il progetto consentirebbe probabilmente di sfruttare meglio la targetizzazione nell’inserimento di pubblicità nei prodotti e nella contestuale analisi dei dati del consumatore. Slegarsi da Android è utile poi per concentrarsi sul settore della domotica, non escludendo di rilanciare l’ambito della telefonia, giacché i passati modelli di smartphone con a bordo FireOs non hanno fatto breccia. C’è ottimismo inoltre sul fatto che i clienti possano trovare Vega sulle Smart Tv già dal 2024. Visto che l’azienda di Washington annuncia di muoversi su questi campi, in tanti si chiedono se e come risponderà Microsoft.

Articoli Correlati

candidature Ue
di Gianni Pittella | 19 Giugno 2024

Nomine Ue, il Risiko dei partiti

Autonomia differenziata
di Ilaria Donatio | 19 Giugno 2024

Autonomia, ok della Camera al ddl con 172 sì: è legge