Economia

Il turismo si conferma motore economico dell’Italia

24
Maggio 2024
Di Francesco Tedeschi

Presentato ieri a Milano ‘Travel Trends 2024’, il report del Mastercard Economics Institute che offre interessanti insight sulla situazione italiana e globale del settore viaggi e sulle abitudini di spesa dei viaggiatori. La ricerca ha preso in esame oltre 74 mercati, tra cui l’Italia, nei mesi da gennaio a marzo 2024.

Le principali tendenze a livello globale parlano di un forte incremento di turisti in viaggio, registrando livelli record dovuti ai flussi provenienti principalmente dagli Stati Uniti (15,9 milioni solo nel primo trimestre 2024 a livello globale) e nuove destinazioni di tendenza, con il Giappone che ha accolto oltre 3 milioni di visitatori a marzo 2024.

Con uno sguardo all’Italia, ma in linea con l’andamento globale e sempre basandosi sull’attività di vendita aggregata e anonima nel network Passione per l’Italia, il report delinea i principali trend del 2024. L’Italia consolida la sua attrattività per i turisti stranieri, attestandosi in 4° posizione tra le destinazioni di tendenza a livello globale negli ultimi 12 mesi fino a marzo 2024. Destinazioni di tendenza: in Italia, tra le destinazioni di viaggio più popolari per i turisti internazionali nei prossimi tre mesi Roma e Milano rimangono ancorate ai primi posti, entrando nelle Top 10 delle mete turistiche per il maggior numero di nazionalità in ingresso (canadesi e americani tra i primi). Non mancano però anche città d’arte come Venezia, Firenze e Napoli e destinazioni balneari come Catania, Bari, Alghero, Olbia, Brindisi, Palermo. Il Belpaese, inoltre, si conferma meta turistica di eccezione, e tra le 20 destinazioni con una maggior crescita dello scontrino medio turistico in Europa più della metà si trovano in Italia.

Tendenza significativa che emerge dai dati raccolti è quella della ‘shoulder season’: i turisti che si recano in visita in Italia si stanno spostando sempre più dall’alta stagione estiva (luglio-agosto) verso i mesi adiacenti (maggio-giugno e settembre-ottobre). Ciò si traduce in una crescita continua dei viaggi con una ridistribuzione dei turisti nell’arco di quasi tutto l’anno a favore di un turismo anche più sostenibile. L’economia dell’esperienza continua a crescere: in linea con il trend globale, anche in Italia i turisti continuano a dare priorità alle esperienze rispetto ai beni materiali. Con particolare riferimento al settore della ristorazione, si osserva che la spesa turistica destinata al casual dining ha superato quella per la ristorazione raffinata, registrando un aumento del +45,7% rispetto al fine dining del +24,3%.

“La grande attrattività dell’Italia nel panorama turistico internazionale e l’offerta turistica di eccellenza, caratterizzata da unicità artistiche e naturalistiche, clima favorevole e grandi eventi, rappresentano un asset strategico per il nostro Paese”, ha commentato Michele Centemero, country manager Italia di Mastercard. “Il turismo – prosegue – è dunque un settore chiave da valorizzare e salvaguardare grazie al costante lavoro sinergico e di collaborazione tra pubblico e privato, nel quale come Mastercard vogliamo essere player di riferimento supportando realtà travel, municipalità e turisti attraverso la nostra expertise in innovazione, data analysis e offerta di servizi ed esperienze”.

Articoli Correlati