Ambiente

Fotovoltaico, le nuove linee guida del Gse per lo smaltimento

20
Settembre 2022
Di Giampiero Cinelli

Il Ministero della Transizione ecologica ha varato l’aggiornamento delle linee guida sullo smaltimento dei pannelli fotovoltaici. Il nuovo documento (qui il link ) è stato approvato con Decreto Direttoriale dell’8 agosto 2022 e recepisce le direttive della Legge 233/2021.

Le principali novità, prevedono che il valore della quota trattenuta dal Gse (Gestore dei servizi energetici) sia per gli impianti domestici (di potenza inferiore ai 10 KW) che per quelli professionali è stabilita in 10 euro per ogni singolo modulo fotovoltaico a garanzia delle operazioni di smaltimento. Vi sono poi nuove tempistiche e le modalità per aderire a un Sistema Collettivo per la gestione e lo smaltimento dei pannelli. Le quote trattenute verranno restituite non appena sarà certificata l’avvenuta operazione di smaltimento.

Queste disposizioni si applicano ai pannelli fotovoltaici di tutti gli impianti rientranti negli incentivi denominati “Conto Energia”. Sono invece esclusi pannelli fotovoltaici a fine vita installati in impianti o sezioni d’impianto non incentivati tramite “Conto Energia”.

Termini per l’adesione al sistema collettivo

Per gli impianti fotovoltaici di tipologia domestica entrati in esercizio dal 2005 al 2009, per i quali risultano decorsi i termini per l’avvio del processo di trattenimento delle quote a garanzia, il termine ultimo, entro il quale i Soggetti Responsabili possono presentare la comunicazione di partecipazione a un Sistema Collettivo, è fissato all’ultimo trimestre del 2022. Qualora non si dovesse esercitare tale opzione, Il GSE continuerà a trattenere le quote a garanzia o inizierà nei casi in cui il processo di trattenimento non sia ancora stato avviato. Qualora la documentazione inerente “Adesione a un Sistema Collettivo”, inviata secondo le modalità e tempistiche precedentemente descritte, risulti esaustiva, il GSE provvederà alla restituzione degli importi precedentemente trattenuti, ovvero non procederà al trattenimento delle quote a garanzia, laddove il processo non sia stato ancora avviato.

Invece per gli impianti fotovoltaici di tipologia professionale entrati in esercizio dal 2006 al 2011, per i quali è già stato avviato il processo di trattenimento delle quote a garanzia, il termine ultimo, entro il quale i Soggetti Responsabili possono presentare la comunicazione di partecipazione a un Sistema Collettivo è fissato all’ultimo trimestre del 2022. Qualora non si dovesse esercitare tale opzione, il GSE continuerà a trattenere le quote a garanzia o inizierà nei casi in cui il processo di trattenimento non sia ancora stato avviato. Qualora la documentazione inerente l’adesione a un Sistema Collettivo, inviata secondo le modalità e tempistiche precedentemente descritte, risulti esaustiva, il GSE provvederà alla restituzione.

Gestione dei rifiuti

Inoltre per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti derivanti da pannello fotovoltaico, ai sensi della normativa vigente, il produttore iniziale o il detentore dei rifiuti conserva la responsabilità della catena di trattamento del rifiuto, è tenuto a procedere alla rimozione, all’avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi in solido con il proprietario e con i titolari di diritti reali o personali di godimento sull’area. Il soggetto responsabile può individuare l’area di smaltimento a lui più congeniale.

Articoli Correlati

adolescenza
di Flavia Iannilli | 19 Giugno 2024

Cloudescenza

liste attesa
di Giampiero Cinelli | 19 Giugno 2024

Liste d’attesa, come ridurle attraverso la telemedicina