Politica

Conte: “Spread tornerà coerente con fondamentali economia”

04
Ottobre 2018
Di Redazione

La scommessa del Governo è la crescita. Il Ministro Tria indica quella del Pil nel 2019 a +1,5%, ma la previsione supera di mezzo punto quel +1% indicato dalle principali agenzie di rating e istituzioni finanziarie. "Puntiamo agli investimenti pubblici come strumento principale per lavorare sulla crescita", ha precisato Tria. Indicando una strada molto keynesiana che dovrebbe portare in 2-3 anni anche a un forte calo della disoccupazione, che il Premier Conte ha previsto "Intorno al 7-8%". Intanto, però, le cifre precise da stanziare per reddito di cittadinanza, flat Tax e riforma della Legge Fornero ancora non ci sono. Non solo. L'aumento dello spread delle ultime settimane è già costato agli italiani un paio di miliardi di euro. "Non dobbiamo temere lo spread", ha ammonito Conte sulle pagine di "Famiglia Cristiana". Precisando che "le famiglie non devono temere. La nostra è una manovra che per la prima volta mette al centro i cittadini, che fa bene al Paese, che guarda al ceto medio e al nostro tessuto produttivo. Una manovra seria, responsabile e coraggiosa. Quando i mercati conosceranno nei dettagli la nostra manovra, lo sprea sarà assolutamente coerente con i fondamentali della nostra economia".

 

 

Articoli Correlati

di Gianfranco Ferroni | 19 Agosto 2022

Cinema e politica, la necessità di una quarta via

Donbass
di Jacopo Bernardini | 18 Agosto 2022

Donbass, l’area strategica della guerra di Putin