Nella ripresa della quotidianità, dopo il lockdown, il settore dei trasporti è stato al centro dell’attenzione alla pari di quello sanitario. Per evitare il sovraffolamento all'interno dei mezzi pubblici, i cittadini hanno cercato metodi alternativi per gli spostamenti soprattutto all’interno delle grandi città. Il comparto E-Mobility (monopattini, hoverboard, skateboard elettrici e one wheel) tra gennaio e luglio 2020, secondo GfK, ha avuto una crescita degli acquisti di circa il 140% rispetto al 2019. Secondo Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) la vendita di bici, tradizionali e con pedalata assistita, ha avuto un aumento del 60%, sono stimati circa 200 mila pezzi venduti rispetto al mese di maggio dello scorso anno. I dati dell'Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility mostrano un netto aumento dei monopattini in condivisione che sono passati da 4.900 del 2019 a 27.150 nel 2020, il monopattino-sharing, insieme al bikesharing, è il servizio di micromobilità più in crescita dopo il lockdown. Il timore di contrazione del virus, la voglia di ritornare alla “normalità” ed il Bonus Mobilità 2020 sono i tre fattori stimolanti di questa crescita.

Ad unire le esigenze di questo momento storico, sia per i trasporti sia per la sanità, è il progetto nato da Link, azienda di monopattini in sharing nata presso l’MIT – Massachusetts Institute of Technology di Boston – che promuove la nuova campagna Super Heroes Ride LINK, che si rivolge agli operatori sanitari impegnati da mesi nella lotta contro il Covid-19.

Da oggi, infatti, l'azienda presente in tutta Italia fa partire un progetto pilota da Roma che metterà a disposizione del personale medico, paramedico e infermieristico in servizio presso ospedali, cliniche, case di cura, ambulatori e servizi ambulanze, ben 10.000 corse gratuite in monopattino elettrico. Per ricevere direttamente sul proprio account l’ammontare di 50 euro, senza scadenza, e iniziare a usufruire dei monopattini LINK, gli operatori a cui è rivolta la campagna dovranno semplicemente inviare una e-mail indicando, entro il 30/11/2020, il numero di telefono con cui ci si è iscritti al servizio una volta scaricata l’app LINK Monopattini, inviando anche una copia del tesserino professionale di riconoscimento (o badge di lavoro) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

"Gli addetti del settore sanitario hanno svolto un lavoro eroico negli ultimi mesi e salvato migliaia di vite. Siamo felici di fare la nostra parte e offrire loro qualcosa in cambio. Inizieremo con 10.000 corse gratuite al 100%" - dichiara Haya Verwood Douidri, Vice Presidente EMEA di LINK. "Siamo orgogliosi di contribuire a una giusta causa attraverso il nostro servizio attivo su Roma. LINK è in arrivo in 22 nuovi quartieri fuori dal centro turistico della città, per dare a tutti i romani l'opportunità di muoversi in città in modo facile, sicuro e sostenibile".

Dopo un solo mese a Roma, la società statunitense di monopattini in sharing ha deciso così di ampliare la propria copertura e incoraggiare il distanziamento sociale. Questa espansione rafforzerà la mobilità urbana indipendente, contribuendo così anche alla riduzione dei rischi di sovraffollamento sui mezzi pubblici. I monopattini di ultima generazione LINK sbarcheranno quindi a Balduina, Trionfale, Flaminio, Trieste, Tufello, Talenti, Montesacro, Pietralata, Tiburtina, Casal Bertone, Pigneto, Cinecittà, Appio Latino, Fonte Meravigliosa, EUR, San Paolo, Laurentina, Portuense, Gianicolense, Monteverde, Aurelia Antica e Cornelia.

Una grande risorsa che può risultare rivoluzionaria soprattutto se affiancata al trasporto pubblico della Capitale.

 

 

Redazione

 

 

Photo Credits: Showcar