Dopo la pandemia e le difficoltà, la ripartenza. Si è conclusa a Fiera Milano Rho l’edizione 2021 della manifestazione internazionale delle macchine e delle tecnologie per le industrie calzaturiera, pellettiera e conciaria, Simac Tanning Tech.

Un’edizione “orgogliosa” di aver segnato la ripartenza del comparto manifatturiero dei costruttori e fornitori di tecnologie per l’industria della Moda.

I numeri registrati sono andati oltre le aspettative: gli accrediti sono stati di poco inferiori ai 5.000 tra visitatori e buyer in presenza e on-line, di cui 1/3 stranieri, provenienti da 50 Paesi.

Durante l’inaugurazione di mercoledì 22 settembre, oltre alla Presidente della manifestazione e di Assomac (l’Associazione Nazionale costruttori tecnologie per calzature, pelletteria e conceria) Maria Vittoria Brustia, sono intervenuti: il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Manlio Di Stefano, l’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia, Guido Guidesi, e il Presidente dell’Agenzia ICE, Carlo Maria Ferro.

“I numeri dell’evento e le impressioni raccolte durante i tre giorni di manifestazione ci hanno fatto capire quanto sia stato importante essere presenti e non mancare all’appuntamento di SIMAC TANNING TECH”, ha dichiarato Maria Vittoria Brustia. “I visitatori sono venuti per vedere le soluzioni innovative proposte e per chiedere maggiori informazioni tecniche in merito alle ultime tecnologie legate all’automazione e alla digitalizzazione, alla sicurezza e al miglioramento delle performance ambientali.”

Con l’edizione 2021 la Segreteria Organizzativa di Simac Tanning Tech ha investito moltissimo nell’implementazione, a beneficio sia dei visitatori che degli espositori, dell’App dedicata, che ha registrato un ottimo utilizzo, con più di 33.000 messaggi scambiati per richieste di informazioni e di contatti tra buyer ed espositori e un totale di 28.000 pagine visualizzate sull’APP stessa.

Assomac ha inoltre portato avanti il suo impegno per la sostenibilità, incrementando la propria “Foresta Assomac”: un progetto nato nell’edizione 2020 della manifestazione e che ad oggi conta 700 piante in una foresta in Madagascar, tramite il progetto sviluppato con Treedom.

Le piante sono state donate ai partner di Assomac, un’azione di compensazione delle emissioni di CO2 a favore della Sostenibilità del comparto in cui l’Associazione opera.

L’appuntamento con Simac Tanning Tech è già rinnovato per il settembre 2022.

 

 

Redazione

 

Photo Credits: Tannery Magazine