Parte oggi la III Edizione del Concorso di idee per la riqualificazione e il recupero auto-sostenibile del seicentesco casale noto come Triangolo Barberini, aperto a studenti di architettura, ingegneria, storia dell’arte ed economia. L’iniziativa è patrocinata dall’Associazione Dimore Storiche Italiane - Sezione Lazio e vede il coinvolgimento di numerose università romane: hanno aderito al progetto le facoltà di economia e architettura dell'Università di Roma Tre, dell’Università di Roma La Sapienza, dell’Università di Tor Vergata e la LUISS.

Ma questa edizione avrà un respiro internazionale, grazie all’adesione dell’università USA di Notre Dame. Una partecipazione che testimonia l’attenzione globale al “Bello italiano”.

Il concorso, rivolto a studenti e neolaureati (conseguimento del titolo da massimo tre anni) delle facoltà italiane di architettura, ingegneria, storia dell’arte ed economia, e punta a coinvolgere in modo sinergico e trasversale il mondo dei giovani, delle università e delle dimore storiche in un confronto concreto sulla conservazione e valorizzazione dei beni storico-architettonici.

Scopo dell’iniziativa è creare gruppi interdisciplinari di studenti e neolaureati di università di architettura ed economia che possano elaborare idee sulla riqualificazione delle dimore vincolate situate nei centri rurali, che contribuiscano anche alla promozione del territorio circostante.

Le proposte dovranno essere presentate entro e non oltre il 9 maggio 2021 in formato digitale all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Far rifiorire il patrimonio culturale spesso sottovalutato ridandone centralità e fascino è uno degli obiettivi principe dell’iniziativa. In particolare ci si concentrerà sul Triangolo Barberini, misterioso edificio alle porte di Palestrina, casino di caccia voluto dagli stessi Barberini e denominato “Triangolo” per la forma estremamente inconsueta della sua pianta ad opera dell'architetto Francesco Romano Contini.

La premiazione si svolgerà il 18 maggio alle 17.00 presso l’Accademia Nazionale di San Luca. Ai tre gruppi di studenti che avranno presentato le proposte ritenute maggiormente meritevoli verrà offerto un riconoscimento in denaro. È prevista inoltre la possibilità di un coinvolgimento in caso di sviluppo e realizzazione delle idee presentate da parte della proprietà.

Le idee saranno valutate da una Commissione di esperti di discipline economiche-finanziarie e di restauro architettonico, presieduta dal professor Giovanni Carbonara (Università di Roma la Sapienza, facoltà di Architettura), a cui si aggiungono: Prof. Giampiero Marchesi (Università di Roma la Sapienza, Scuola di Specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio); prof. Francesco Scoppola (già MIBACT Dir. Gen. Formazione e Cultura); prof. Alesandro Ippoliti (Università degli Studi di Ferrara); prof. Jonathan Weatherill (Notre Dame University); prof. P. Baldi (Presidente Pont. Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon); arch. Margherita Eichberg (MiBAC, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l'Etruria meridionale); arch. Patrizio Mario Mergè (Vice Presidente. A.D.S.I. Lazio); P. Barberini (Proprietaria del Triangolo Barberini).

 

 

Redazione