I dati finanziari del primo trimestre del 2021 confermano la leadership di AB InBev nel settore della birra. A livello globale si è registrato un incremento dei volumi  del  13,3%, mentre i ricavi sono cresciuti del 17,2%. A livello europeo, inoltre, l’attività di AB InBev si è contraddistinta per una crescita a due cifre nella GDO, alimentata  dalla premiumizzazione.

Per quanto riguarda il mercato italiano, nel Q1 del 2021 AB InBev è cresciuta del 27,4% a valore rispetto allo stesso periodo del 2020, grazie alla performance elevata dei marchi premium e superpremium Leffe (+54,9%), Corona (+33,2%), Tennent`s Super (+30,2%) e Stella Artois (+29,2%). Tale performance ha permesso ad AB InBev Italia di guadagnare quasi un punto in quota di mercato.

Ma la vera notizia che il Gruppo belga ha rivelato alla stampa è stato il cambio del vertice aziendale. Dopo 15 anni, dal 1° luglio Carlos Brito non sarà più il CEO di AB InBev. Al suo posto Michel Doukeris.

In questa cornice, venerdì si è svolto a Milano presso la sede dell’azienda (DE)GUSTO RESPONSABILE, primo Beer Tasting digitale rivolto a una platea di stakeholder selezionati. L’evento ha visto la partecipazione di Arnaud Hanset, Country Director di AB InBev Italia, di Serena Pasquetto, Senior Legal & Corporate Affairs Manager dell’azienda, e di Piero Tatafiore, condirettore di The Watcher Post e moderatore dell’iniziativa. Ad accompagnare gli spettatori in un affascinante percorso in cui sono state condivise preziose indicazioni sulla fermentazione, sulla qualità delle birre degustate e sui migliori abbinamenti con cui accompagnarle, il giornalista esperto di birra Maurizio Maestrelli.

La degustazione è stata l’occasione per fare assaggiare una selezione di marchi premium e superpremium di AB InBev. Protagonista del beer tasting, quindi, è stata la qualità di marchi come Corona, Stella Artois, Leffe, Tennent’s Super, Beck’s, Hoegaarden e Birra del Borgo. Per ognuno di essi, sono state fornite informazioni sulle caratteristiche, sullo stile, sulla modalità di spillatura e servizio, per appagare un’esperienza del bere responsabile a tutto tondo.

Arnaud Hanset, Country Director di AB InBev Italia, si è soffermato sull’importanza dell’Italia nelle strategie del Gruppo: “ll mercato italiano è centrale nelle strategie di AB InBev e la nuova sede di Milano ne è la riprova. Oggi, in un’innovativa modalità online, abbiamo condotto dall’area bar della nostra nuova sede milanese una degustazione che ha fatto conoscere in maniera più approfondita alcune tra le birre del nostro portfolio, forte e diversificato. È bene ricordare, però, che l’esperienza con la birra è soprattutto convivialità. La speranza allora è questa: fare del 2021 l’anno del ritorno al gusto del bere, sempre responsabile, riscoprendo la dimensione sociale della condivisione”.

“Con (DE)GUSTO RESPONSABILE portiamo alla conoscenza di alcuni stakeholder selezionati le nostre birre di pregio. Lo facciamo ricordando che il bere responsabile non è uno slogan: è giusto ricercare il piacere del bere, ma è importante farlo in modo intelligente e ricercando la qualità affinché ogni esperienza con la birra sia positiva”, ha affermato Serena Pasquetto, Senior Legal & Corporate Affairs Manager di AB InBev Italia. “Come azienda siamo impegnati da sempre in attività che promuovano lo smart drinking: ci impegniamo a sostenere uno stile di vita responsabile e consapevole, perché vogliamo e dobbiamo essere parte della soluzione e non del problema”.

 

Andrea Maccagno